lunedì 27 febbraio 2012

Skrillex - Bangarang EP (Big Beat/Atlantic, 2012)

Per quanto mi riguarda, la dubstep (il dubstep? mah) è l'ennesimo nome che non significa un cazzo. C'è da chiarire che, almeno per quanto riguarda la musica elettronica, questa pletora di generi ha un senso: non sono vaghe distinzioni fatte a casaccio, sono invece specifiche tecniche che hanno rispetto per i bpm, per la metrica del pezzo, per la posizione dell'accento nella battuta, et cetera. Ciò non toglie che, ai fini dell'ascolto, fregancazzo a nessuno se nel tuo fottuto campionatore hai messo il rullante anticipato, mi interessa cosa hai scritto, non come, tanto più che non parliamo di musica da fruire a livello artistico, ma semplicemente commerciale. L'adorabile Skrillex, un tizio che fa venire in mente il famoso titolo "Lascereste uscire vostra figlia con un Rolling Stone?" è in fase fatboyslim/figaro: tutti lo vogliono, tutti lo cercano, tutti lo amano. "Porquè?", potrebbe domandarsi un novello Mourinho? Risposta: perchè talvolta la ggggente si intrippa male senza motivo con porcherie d'alto livello. Non che la dubstep sia tutta da buttare nel cesso, si capisce; è solo che se vado ad ascoltare, senza badare a ciò che sento dire, a me quest'extended play fa discretamente pietà. 
Da uno che è riuscito a rendere più tamarra Lady Gaga non è che mi aspettassi musica soft, ma qua siamo al limite del tamarroide, o anche dell'emorroide, volendo essere precisi. 
Come si compete al fatboyslim/figaro del momento, le collaborazioni abbondano, su tutte quelle con i Doors rimasti, che decidono che se i Queen rimasti (Deacon eccettuato) possono vendere la dignità per un piatto di pasta, anche loro vogliono sta cazzo di pasta, e FORMAGGIO ABBONDANTE, VIVADDIO!
Invero, l'unica roba vagamente sopportabile è proprio la suddetta collaborazione (Breakn' a Sweat), cafonata di regime nella quale troviamo la frase "Light My Fire" e dei campionamenti di un Morrison parlante, e parliamo di cose insulse, in ogni caso.
Per il resto, è una delle più irritanti raccolte di musica elettronica che abbia mai sentito; probabilmente, si intuisce, Skrillex è un DIO se ti trovi in pista, ma di tutti questi dubsteppari è quello che sinora mi ha fatto più cagare su disco.

Voto: 4.1

0 commenti:

Facebook Blogger Plugin: Bloggerized by AllBlogTools.com Enhanced by MyBloggerTricks.com

Posta un commento