mercoledì 28 marzo 2012

Madonna - MDNA (Interscope, 2012)

Negli ultimi dieci anni, le uniche volte che sento nominare il nome di Madonna lo sento affiancato ad alcuni epiteti che si concludono tutti curiosamente con l'accrescitivo -one, ad identificare la magna abundantia del merito e che preferirei evitare di citare, chè di 'sti tempi non si sa mai. Bene che le vada, sento il suo nome affiancato a quello del buon Quentin ("dick, dick, dick, dick...", la metafora di Like a Virgin e la fava grossa, ricordate?). Insomma, musica nemmeno a parlarne. La signora Ciccone, madre di nostro Signore, sin dai tempi di Music, agghiacciante opera di fine millennio, predilige la musica da far passare nei club e nelle palestre, quella roba tunz-tunz che sentite in sottofondo quando in palestra una tizia vi urla in faccia "EUNOEDDUEETRREEQQUATTRO! FORZA! DAAAI!!!", checcazzourli, stronza rincoglionita, che sono ad un metro dalla tua faccia da isterica e sudata,  quindi non è una sorpresa che si sia - nuovamente - circondata di gente che pompa nelle casse (sulle casse? all'interno delle casse? via le casse? non saprei, non ho familiarità col gergo gggiovane) come i LMFAO, Martin Solveig, William Orbit, Benny Benassi. Non è, parimenti, una sorpresa, che il risultato sia un'accozzaglia di suoni che fra venti minuti saranno datati, che sotterrano alcune buone intuizioni melodiche, consuete negli album Cicconiani. La differenza tra la Madonna anni '80 (e persino, a tratti, anni '90) e quella del nuovo millennio® sta proprio tutta qui: l'arrangiamento dei pezzi, questo sconosciuto. Tra Get Into The Groove e Hung Up, tra Like a Virgin e Girl Gone Wild la differenza sta tutta qui: prima si arrangiavano i pezzi come se dovessero essere suonati, venivano prodotti da gente che li riteneva musica e non chewing-gum.
Come fu e come non fu, Madonna mai tanto spudoratamente si è piegata ad un'immagine modaiola (quella di Lady Gaga) ed ad un suono già predefinito (sempre Gaga): mentre un tempo la moda la faceva, a livello di suoni, a livello di immagine, a livello di scandalo... le va di culo che ha ancora quel nome altrimenti, copia carbone come si è presentata nel 2012, non se la sarebbe filata nessuno.
Musica per aerobica, musica da sottofondo di Jersey Shore, musica per omosessuali caricaturali da Will & Grace... gays just wanna have fun, giusto?
Mi sembra discretamente triste che una donna (come un uomo) di oltre 50 anni si presenti come una sedicenne in mezzo a uomini nudi che ostentano la ciolla... casalinga disperata, miss Ciccone?
E poi i riferimenti all'MDMA (ecstasy, per i profani), i video con Nick Minaj e M.I.A., twitter e cagate varie... 'nsomma santo cielo, sono patetici i vari ricconi che fanno i gggiovanotti con ragazzette al seguito, ma non è che a fare la stessa roba da donna si è delle persone ammirevoli... a meno che non siate fan di Sex & The City, si capisce.
Si sprecheranno, immagino, le recensioni positive, il ritorno della grande Madonna, Madonna ne sa una più del diavolo e via discorrendo... ma se cercate musica passate oltre.
Voto: 1.3

0 commenti:

Facebook Blogger Plugin: Bloggerized by AllBlogTools.com Enhanced by MyBloggerTricks.com

Posta un commento