giovedì 14 giugno 2012

The Melvins Lite - Freak Puke (Ipecac, 2012)

Signore e signori, il gruppo più moralmente integro al mondo: Buzz Osbourne, Dale Crover... THE MELVINS!
Dal lontano 1983 ad oggi, il gruppo nella storia del mainstream (???) rock che più ha fatto il cazzo che gli pareva, disinteressandosi di qualunque conseguenza in termini di pubblico.
Ed essere loro fan è un cazzo di impegno a tempo pieno, dato che sciorinano progetto dopo progetto dopo progetto, facendo sempre e comunque quello che gli passa per la testa (e che li diverte) al momento.
Al momento, abbandonata - solo temporaneamente - la formazione con doppio batterista che ha sfornato tre capolavori in sei anni, Buzzo e Crover adottano il moniker di "Melvins Lite" (che però non compare in copertina) aggiungendo al dinamico duo Trevor Dunn (già nei Mr Bungle e nei Fantomas, giusto per capire), che violenta il contrabbasso, talvolta suonandolo in maniera consueta, talvolta stuprandolo con l'archetto.

Inutile dire che, trattando di Melvins, di "Lite" non c'è proprio una sacrosantissima minchia salata: certo, l'introduttiva Mr Rip Off vede Dale alle fruste e Trevor Dunn incedere fluido, ma non è per questo meno aggressiva, ed il duo A Growing Disgust / Leon vs The Revolution potrebbe benissimo far parte di The Bride Screamed Murder, sia qualitativamente che musicalmente parlando.

I Melvins fanno musica per divertire in primo luogo sè stessi, e si sente SEMPRE: la cover di McCartney Let Me Roll It (qui diventata una gigante e cicciona canzone di stampo kissiano) e la lunga jam finale, Tommy Goes Berserk sono divertite e divertenti, con il risultato di produrre l'ennesimo album GRANDIOSO nella sterminata discografia Melvinsiana... lunga vita a BuzzoCrover!
Voto: 8.2

0 commenti:

Facebook Blogger Plugin: Bloggerized by AllBlogTools.com Enhanced by MyBloggerTricks.com

Posta un commento